Travel trends 2021: come sfruttarli per il proprio hotel

Travel Trend 2021

Le 7 tendenze di viaggio della prossima stagione

Il 2020 è stato un anno che non dimenticheremo molto facilmente. La pandemia ci sta segnando tutti nel bene e nel male e le nostre abitudini si stanno modificando gradualmente.

Il 2020 è stato l’anno del commercio elettronico. Chiusi in casa o con una ridotta possibilità di circolare ci siamo visti costretti ad acquistare online ciò di cui avevamo bisogno.

Il 2020 è stato l’anno dello smart working. Aziende ed enti pubblici sono stati costretti a modificare le modalità di lavoro dei propri dipendenti. La maggior parte delle persone hanno iniziato a lavorare tra le quattro mura della propria casa, stravolgendo i propri ritmi e la propria routine giornaliera.

Il 2020 è stato l’anno in cui abbiamo avuto la dimostrazione di quanto la voglia di viaggiare sia un bisogno talmente radicato in tutti noi da non poterci né volerci rinunciare.

Mi sto occupando delle attività di marketing di un hotel di Senigallia e assieme alle titolari ci stiamo preparando alla stagione 2021. Ogni giorno mi dedico alla lettura di articoli su giornali di settore con l’obiettivo di raccogliere quante più informazioni possibili su cosa il mercato chiede, soprattutto in un contesto di completa incertezza e senza possibilità di fare previsioni a lungo termine.

Come dicevo a inizio articolo le nostre abitudini stanno cambiando e per chi come te ha una struttura ricettiva è necessario conoscere tali cambiamenti per poter offrire ai tuoi ospiti ciò che loro cercano.

Travel trends 2021: cosa sono e perché sono utili

Nel mese di dicembre sono stati pubblicati i risultati di alcuni sondaggi sulle tendenze di viaggio che si prevedono per l’anno 2021. Alla fine di ogni anno vengono svolti questi sondaggi per capire se il comportamento della domanda subirà variazioni e quali sono i motivi che hanno determinato tali variazioni.

Queste ricerche sono molto interessanti per chi gestisce un’azienda, poiché permettono di sviluppare strategie su base annuale cercando di rispondere al meglio alle aspettative e alle richieste di una domanda che cambia.

Riguardo i Travel trend 2021 ho letto alcune ricerche svolte da Volagratis sui propri utenti, dalla sezione Travel di American Express, da JFC (società di consulenza del settore turistico). In ogni ricerca è emerso che le persone stanno modificando il modo in cui scelgono le vacanze alla luce di quanto sta accadendo nel mondo.

Ho fatto alcune riflessioni sulla base dei Travel trend 2021 emersi da queste ricerche e voglio condividerle con te. Non importa che tu abbia 3, 20 o 100 camere. I tuoi clienti hanno cambiato sicuramente il modo di viaggiare e, se ci rifletti un istante, te lo avranno già dimostrato in questi ultimi mesi.

Vediamo assieme cosa accadrà nel 2021.

Ecco i Travel trends 2021

Staycation, relax, smart working, last minute e distanziamento ci accompagneranno per tutto il prossimo anno. I viaggiatori hanno cambiato le loro abitudini di acquisto e di viaggio. Quello che puoi fare fin da subito è non farti cogliere impreparato.

È vero che fare previsioni in questo stato di incertezza sembra quasi un ossimoro, ma è altrettanto vero che la scorsa stagione estiva e i mesi a seguire ci hanno dato modo di capire quali saranno le tendenze di viaggio per il 2021.

Voglia di viaggiare

Il primo aspetto su cui dobbiamo focalizzarci è questo: le persone hanno voglia di viaggiare!

Siamo stati costretti a rimanere a casa, a non poterci spostare, a non essere liberi di andare. Quando tutto finirà le persone torneranno a viaggiare con molta più voglia di prima.

Le persone durante il 2020 non hanno viaggiato e se lo hanno fatto è stato molto meno rispetto alle previsioni. I dati ce lo confermano.

La ricerca Jfc ha rilevato che 2 Italiani su 3 non smetteranno di viaggiare – DPCM permettendo ovviamente – e se non ci riusciranno già a primavera di sicuro sarà in estate.

L’Amex Trendex, il report elaborato da American Express a livello mondiale, ci conferma che 3 persone su 5 prevedevano di rimanere a casa durante le festività, ma sotto l’albero circa la metà degli intervistati sperano di trovare in regalo un viaggio. Inoltre meno viaggi nel 2020 per alcune persone vorrà dire più soldi da spendere nel 2021 per le proprie vacanze.

Quindi, nell’attesa che ci diano il via libera agli spostamenti, bisogna lavorare sulla propria offerta e i servizi proposti, sviluppare nel dettaglio la propria strategia di marketing e migliorare tutto ciò che è necessario per essere pronti non appena ci consentiranno di tornare a viaggiare liberamente.

Last minute

Dopo la sua creazione continuiamo a non scrollarcelo di dosso. Il last minute tornerà in maniera ancora più preponderante in questa stagione 2021, dove ormai siamo costretti a non poter programmare nulla a lungo termine e per lungo termine non si intendono mesi ma semplicemente settimane.

Sappiamo bene che il last minute è un’arma a doppio taglio perché da un lato non permette di fare previsioni per via del tempo ridotto tra prenotazione e arrivo del cliente; dall’altro potrebbe attirare clienti che scelgono un hotel piuttosto che un altro solo in base al prezzo e addio fidelizzazione.

Considerando che molti prenoteranno sotto data come è successo l’anno scorso, tra le tue offerte il last minute non potrà mancare. Tuttavia c’è un modo per usare questo tipo di offerta senza soccombere: ponendo dei limiti, come ad esempio la non rimborsabilità, e attivandola con parsimonia perché non si trasformi solo in una corsa all’occupazione delle camere invendute.

L’articolo ti piace?
Non perderti il prossimo! Iscriviti alla newsletter

Staycation

L’avresti mai detto che persone residenti nel tuo stesso Comune o nelle zone limitrofe avrebbero soggiornato nella tua struttura ricettiva?

Fino al 2019 per la maggior parte delle strutture ricettive una cosa del genere era impensabile o quasi, mentre nel 2020 non potendo partire per destinazioni lontane per via delle restrizioni e non volendo rinunciare completamente alle proprie vacanze le persone hanno scelto di trascorrere alcuni giorni vicino casa rimanendo all’interno della propria regione o della propria città.

Si definisce staycation, ovvero una vacanza che una persona trascorre a casa o nel proprio paese anziché da qualche altra parte.

Nelle tue offerte da proporre per il 2021 non dovrà mancare quella dedicata a chi risiede all’interno del tuo stesso Comune o della tua stessa Regione. Ecco l’esempio dell’Hotel Excelsior di Pesaro.

Staycation e Workation, due trend che ci accompagneranno per tutto il 2021

Workation

In un anno segnato dallo smart working e il lavoro da remoto le persone hanno scoperto di poter lavorare a distanza, non importa dove, l’importante è che ci sia il proprio pc e una buona connessione internet.

Ed ecco come accanto allo staycation troviamo il workation, ovvero il lavoro unito alla vacanza. Un nuovo termine per indicare coloro che, anziché lavorare chiusi nelle quattro mura di casa, preferiscono farlo sotto l’ombrellone o respirando aria di montagna inviando mail e partecipando a videochiamate.

Se la tua struttura ricettiva offre una buona connessione Wi-Fi e camere ampie oppure spazi dove poter lavorare rispettando le distanze puoi sempre proporre un’offerta dedicata a chi vuole lavorare in vacanza, così come ha fatto Il Falconiere di Cortona .

Relax, relax, relax

L’Amex Trendex rivela che il 64% degli intervistati è più propenso a prenotare vacanze dove è possibile rilassarsi e oziare rispetto a vacanze più attive, mentre addirittura l’80% sceglierà strutture poco affollate o dove ha la possibilità di prenotare alloggi privati.

Limiti e restrizioni ci stanno condizionando la vita da ormai un anno. Abbiamo bisogno tutti di rigenerarci e di staccare la spina cercando di non pensare a ciò che viviamo ogni giorno. ll 2021 sarà l’anno da dedicare a sé stessi lontano dal caos delle destinazioni più rinomate.

Ben vengano le strutture che hanno il centro benessere al loro interno, quelle immerse nella natura, quelle situate in piccoli centri abitati e tutte quelle che permetteranno ai propri ospiti di concedersi attimi di relax e spensieratezza. Addio alle vacanze con programmi ricchi di attività da svolgere e di luoghi da visitare; al loro posto ritmi più lenti per vivere la destinazione in tranquillità.

Non hai la possibilità di offrire tutto questo? Usa la creatività e offri ai tuoi ospiti l’occasione per sfruttare il tempo a loro disposizione in modo alternativo e senza fretta.

Viaggi di gruppo o in famiglia

Le restrizioni sugli spostamenti hanno tenuto le famiglie divise. Basti pensare agli universitari distanti da casa, ai figli trasferitesi in altre Regioni o addirittura all’estero, ai nonni che non hanno più potuto andare a trovare i propri nipoti.

Per via di questa situazione le persone sfrutteranno le vacanze come occasione per trascorrere del tempo tutti insieme, sia che si tratti di famiglie sia che si tratti di amici.

Quando creerai le offerte per la stagione, non dimenticarti di questa nuova tendenza di viaggio. Pensa a particolari formule per più nuclei familiari oppure a una specifica scontistica per gruppi a partire da un determinato numero di persone.

No assembramenti, sì igienizzazione

Cosa chiederanno i viaggiatori del 2021 o cosa si aspetteranno di trovare? È presto detto.

Sebbene il rischio di contagio si prevede inizierà a scendere anche grazie ai vaccini, non è detto che le strutture ricettive dovranno smettere di garantire il distanziamento e una sufficiente igienizzazione.

Le persone sono ormai intimorite e per le proprie vacanze cercheranno luoghi in cui tutto questo sia garantito.

Inizia a usare i tuoi profili social per mostrare ai tuoi clienti attuali e potenziali che cosa stai facendo per loro. Pubblica le foto dei dispositivi utilizzati, dei tuoi dipendenti o di te che adotti le misure indicate dal Governo. Ricordati di aggiornare il tuo sito specificando cosa i tuoi ospiti troveranno al loro arrivo, come ha fatto l’Hotel La pace di Pisa.

Non sai da dove cominciare?
Inizia da qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *