Come si scrive un annuncio di lavoro efficace?

Scrivere un annuncio di lavoro efficace per trovare il candidato giusto.

In questo 3° appuntamento dedicato alla selezione del personale parliamo di come scrivere un annuncio di lavoro efficace.
È un aspetto fondamentale e pertanto da non sottovalutare, visto che è proprio questo a metterci in contatto con i nostri potenziali candidati.
Scrivere un annuncio di lavoro che non offra informazioni complete oppure buttato giù in modo frettoloso ti porterà ad una successiva perdita di tempo.
Ultimamente mi è capitato di pubblicare qualche annuncio di lavoro e ti posso garantire che, ora come ora, arriva davvero di tutto e di più.
Ad esempio cercavo un articolista per una collaborazione e mi sono ritrovata un messaggio di un ragazzo siciliano che diceva “sono disponibile a trasferimenti”. Riesci a percepire la mia perplessità? Voleva dire che non aveva nemmeno letto l’annuncio e aveva inviato il cv (non in linea… manco a dirlo!).
Per non parlare poi di chi invia il cv senza, non dico una presentazione del proprio profilo, ma almeno un saluto adeguato. Spesso nemmeno esordiscono con un “ciao”, un “buongiorno” o, come dico io, un “vaff…”. Nulla di nulla!
Capisci bene quanto sia importante dedicare molta attenzione alla stesura di un annuncio di lavoro?
Ecco perché, dopo “Come selezionare il personale per il tuo hotel“, ho pensato di chiedere alla dottoressa Valentina Palma alcuni consigli su come scrivere un annuncio di lavoro per trovare il nostro candidato ideale.

Leggiamo assieme le risposte.

Scrivere un annuncio di lavoro. Da dove partire?

La pubblicazione di un annuncio di lavoro riveste una grande importanza nel processo di selezione.

Il primo passo è avere ben chiaro la figura che si vuole inserire nel proprio organico.

L’attenta analisi dei bisogni dell’azienda farà emergere pian piano le caratteristiche che andremo poi a riportare nell’annuncio.

Come scrivere un annuncio di lavoro evitando di ricevere cv da profili non in linea?

Purtroppo la crescente disoccupazione ci espone al rischio di ricevere anche profili non in linea, in quanto spesso le risorse in cerca di lavoro si candidano sperando di poter essere presi comunque in considerazione.

Uno dei modi che abbiamo per limitare questa problematica è specificare bene le caratteristiche: tipo di attività, durata, tipologia contrattuale e offerta economica.

Quanto più l’annuncio è dettagliato tanto meno le risorse non in linea si candideranno.

Meglio pubblicare l’annuncio su siti generici o preferire siti di settore?

La scelta del sito su cui pubblicare l’annuncio dipende dal tipo di ricerca che stiamo effettuando.

Se siamo alla ricerca di un profilo specifico con caratteristiche particolari sarebbe preferibile un sito di settore, che canalizza e raggiunge uno specifico target. Nel settore turistico, ad esempio, esistono ormai da anni Lavoroturismo.it oppure JobInTourism.

Se, invece, siamo alla ricerca di un profilo più generico possiamo affidarci a siti di e-recruitment generici, come Subito.it o Kijiji.

Come si può fare una prima scrematura solo basandosi sui CV ricevuti.

La prima scrematura dei CV è fondamentale e bisogna saper individuare le caratteristiche fondamentali.
Bisogna adottare uno sguardo critico in quanto spesso il profilo idoneo non emerge immediatamente. Non bisogna scartare un cv solo perché una delle caratteristiche non ci convince. Consiglio di leggere sempre tutto il cv fino in fondo per varie ragioni:

  • possono emergere caratteristiche che non avevamo preso in considerazione ma che possono fare al caso nostro;
  • possiamo constatare che manca magari una sola competenza che però potrebbe essere colmata con adeguata formazione;
  • possiamo valutare quel profilo per un’altra posizione.

Ritengo essenziale la lettura attenta e critica dei CV dei candidati ai nostri annunci perché ne gioverete successivamente.

Riassumiamo dunque i punti principali:

  • bisogna avere ben chiaro la figura che si sta cercando per poter scrivere un annuncio di lavoro efficace;
  • per evitare che profili non in linea ci sommergano di cv, bisogna scrivere l’annuncio specificando bene le caratteristiche del lavoro offerto (tempi, durata, contratto, stipendio);
  • scegliere siti di settore per pubblicare annunci di lavoro quando si ricercano profili specifici, mentre siti generici per ricerche di profili più generici;
  • i cv vanno letti attentamente e fino in fondo perché il candidato idoneo alla posizione potrebbe non emergere ad una prima lettura.

A mercoledì prossimo per parlare del rapporto tra datore e dipendente.

Hai bisogno di fare domande alla dottoressa Palma? Scrivile qui sotto.

Lascia un commento