Slovenia Portorosevip

Una Slovenia da vip – 1° giorno

Il blog tour Portorosevip mi ha fatto scoprire un nuovo paese, la Slovenia.

L’ufficio turistico di Portorose in collaborazione con l’agenzia di comunicazione Rem ha organizzato il blog tour Portorosevip, a cui ho partecipato in qualità di travel blogger con Il turista informato.

In realtà dovrei dire che mi hanno fatto scoprire una piccola parte della Slovenia, quella che si estende subito a nord della penisola d’Istria.

Nell’unico tratto di costa sloveno si trovano Portorož e Piran, due località balneari raggiungibili in circa mezz’ora d’auto da Trieste.

A me sembrava di non essere mai uscita dall’Italia.

Sarà per la vicinanza al confine italiano, sarà perché le due località ricordano molto le nostre in Italia, sarà perché a Pirano ha sede la comunità italiana e quindi questa lingua è parlata quasi da tutti gli abitanti, sarà per il cibo che è molto simile al nostro.

Io la consiglio a tutti quegli Italiani che quando vanno all’estero vogliono sentirsi a casa.

Questa zona è facilmente raggiungibile con l’auto dall’Italia. Attenzione perché in Slovenia sulle autostrade è d’obbligo la vignetta, quindi evitate le autostrade.

L’alloggio

Ci hanno accolto all’Hotel Kempinski Palace di Portorož.

Kempinski Palace Portoroz Slovenia
Una delle sale ristoranti dell’Hotel Kempinski Palace di Portorose

Un hotel 5 stelle lusso con vista sul mare, il cui edificio vanta una storia di grande importanza. Una delle sale è stata dichiarata addirittura Patrimonio dell’Umanità. Infatti per ristrutturarla ci sono voluti parecchi soldi perché la proprietà era obbligata a mantenere lo stile e le decorazioni originali.

Dopo esserci sistemati in camera, abbiamo fatto un tour dell’albergo con una responsabile. Abbiamo visitato il centro benessere, le varie sale ristorante, la piscina esterna.

Il giorno in cui siamo arrivati era brutto tempo e l’esterno non rendeva molto. Il mattino seguente il sole splendeva e il panorama era da mille e una notte.

L’accoglienza

Non si può dire che gli Sloveni siano persone fredde. Anzi sono molto di compagnia e hanno la battuta pronta come noi Italiani. Insomma se vi trovate a cena con persone slovene, accettate pure.

La prima sera ci hanno portato in un ristorante poco distante dall’hotel, dove ci attendeva il direttore dell’ufficio turistico di Portorose. Una persona veramente squisita.

Gostilna Tomi Portorose
Ecco i piatti che ci hanno servito presso Gostilna Tomi a Portorose

Il locale si chiama Gostilna Tomi e nel 2011 è entrato a far parte delle “Gostilna Slovenija” (trattorie slovene), una sorta di consorzio che contraddistingue i ristoranti che rispettano determinati requisiti, come ad esempio l’utilizzo di prodotti del territorio per almeno l’80%.

Abbiamo avuto un primo assaggio della cucina slovena e devo dire che siamo partiti con il piede giusto: carne di equino sfilacciata con parmigiano, prosciutto crudo istriano grigliato con tartufo nero, fuži al vino Refosco…

Finita la cena siamo risaliti in auto e abbiamo ripreso la strada che ci riportava verso il mare. Attenzione perché c’è una discesa molto ripida, forse la più ripida di Portorož!

Nel prossimo articolo ti parlerò di cosa abbiamo fatto il 2° giorno del blog tour Portorosevip.

Lascia un commento